Crea sito

CHESTER CHARLES BENNINGTON

Conosciuto a noi soprattutto per essere stato il Frontman dei LINKIN PARK è nato a Phoenix il 20 marzo del 1976.

Chester Era figlio di un poliziotto e di un’infermiera e trascorse i suoi primi vent’ anni in Arizona. All’ età di undici anni i genitori divorziarono e lui scelse di andare insieme al padre con il suo fratello maggiore Brian. Quest’ ultimo lo indirizzò ad ascoltare gruppi musicali rock e progressive metal come i “Foreigner, Loverboy e Rush”, tutti gruppi formati in quegli anni.

Lui stesso poi dirà che sono stati i gruppi che lo hanno influenzato maggiormente negli anni a venire.

Non ebbe un’infanzia felice Chester, dai 7 ai 13 anni fu molestato sessualmente da un ragazzo un pò più grande di lui  e soffrì da dipendenza da droghe pesanti come LSD, METANFETAMINA ed EROINA.

Non fece nulla contro questo ragazzo, nemmeno una denuncia. Il motivo perché Chester sapeva che anche egli era a sua volta vittima di violenza e quindi lasciò stare le vie legali.

Nel 1995 si diplomò alla Washington high school all’ età di 19 anni.

Due anni prima, cioè nel 1993, ispirato dai suoi gruppi preferiti (DEPECHE MODE e STONE TEMPLE PILOTS) e spinto soprattutto dal suo sogno di diventare un cantante Avviò la sua carriera musicale, prendendo parte al gruppo chiamato SEAN DOWDELL AND HIS FRIENDS.

Dopo aver inciso qualche demo lasciò il gruppo per entrare nei GREY DAZE con i quali ottenne popolarità solo nella sua città natale, l’ Arizona.

Nel 1994 pubblicarono il primo album in studio chiamato WAKE ME, promosso durante alcuni concerti tenuti in quel periodo, 3 anni dopo, nel 1997, ci fu la nascita del secondo album del gruppo contenente dodici tracce e intitolato …NO SUN TODAY. Questo fu l’ ultimo album del gruppo perché l’ anno successivo si sciolsero a causa di alcuni diverbi tra Chester e altri del gruppo.

Dopo circa un anno, nel 1998, venne chiamato da Jeff Blue per entrare negli XERO (i futuri LINKIN PARK), eseguì un provino attraverso una telefonata e venne successivamente convinto a trasferirsi a Los Angeles e venire successivamente scelto definitivamente dagli Xero dopo alcuni provini.

Il primo maggio del 1999 uscì il loro primo EP intitolato hybrid theory. Per chi non lo sapesse, vi spiego brevemente che cos’ è un EP. E’ una sigla che sta a significare EXTENDED PLAY e può essere sottoforma di CD,VINILE O IN FORMATO DIGITALE che contiene più tracce rispetto a un singolo, ma non può essere considerato un album. Un album musicale contiene molte più tracce, in genere. L’ extend play o EP non contiene molte tracce e viene considerato per questo “meno costoso” e più veloce da produrre per un artista.

Tornando a noi e alla storia degli XERO, dobbiamo sapere che grazie a questo EP pubblicato e grazie ad alcuni concerti riuscirono a firmare un contratto con la Warner Bros Records ( famosissima etichetta discografica negli Stati Uniti) verso la fine di quell’ anno.

Nel 2000 cambiarono nome al gruppo e diventrono quelli che noi tutti conosciamo e cioè i LINKIN PARK ED IL 24 OTTOBRE di quell’ anno uscì il loro album d’ esordio, intitolato come il loro primo EP, HYBRID THEORY.

I signoli che ebbero più successo sono stai ONE STEP CLOSER, CRAWLING e IN THE END.

L’ album vendette 27 milioni di copie in tutto il mondo .

Il genere musicale che contraddistingue i linkin park viene definito “nu metal”. Non è altro che un sottogenere della musica Heavy metal , nato negli Stati Uniti a metà degli anni 90. Generalmente mescola elementi dell’ heavy metal e soprattutto della sua variante alternative con quelli di altri stili musicali, specie il rap, funk.

Negli anni successivi si dedicò anche ad altri progetti al di fuori dei Linkin Park, infatti nel 2005 formò un progetto solista insieme a Ryan Shuck e Amir Derakh chiamandolo Dead by Sunrise.

Il 18 maggio del 2013 Chester si esibì con gli STONE TEMPLE PILOTS portando al debutto l’inedito out of time.

Arriviamo all’ anno 2017, è un anno molto brutto e triste.

Nel pomeriggio del 26 maggio, Chester si è esibito in una performance diversa da qualsiasi altra nella sua carriera. Il suo caro amico, Chriss Cornell è stato sepolto a Los Angeles, il frontman dei Soundgarden si è suicidato impiccandosi nel bagno dela stanza d’ albergo in cui alloggiava a Detroit.

 Chester canterà “alleluia” al suo funerale accompagnato dal chitarrista dei Linkin Park, Brad Delson.

Dopo in un comunicato, Ha descritto la voce di  Chriss Cornel come se fosse piena di rabbia e di dolore, perdono, amore e angoscia, tutto racchiuso in un’unica persona.

Dopo circa due mesi, precisamente il 20 luglio del 2017 Chester Charles Bennington è stato trovato senza vita nella sua residenza in California. Secondo quanto riportato, il cantante si è suicidato tramite impiccagione, proprio come il suo caro amico Chriss.

Non si potranno mai conoscere i motivi che lo abbiano portato a fare questo gesto estremo, a stroncare la sua vita.

Il cantante aveva 41 anni, in quel periodo era stato in vacanza in Arizona con sua moglie Talinda e la sua famiglia, ma volle tornare da solo a casa dicendo che aveva bisogno di lavorare, proprio la mattina del 20 luglio i Linkin Park avevano organizzato un servizio fotografico, dove Chester non andò mai.

Lui era sempre stato aperto riguardo alle sue lotte contro la dipendenza e la depressione. Il giorno dopo il memoriale di Chriss Cornell , Chester ha pubblicato su Twitter che si sentiva molto creativo in quel periodo, infatti aveva appena finito di scrivere sei nuove canzoni.

Non si può giudicare una persona che stronca la sua vita a soli 41 anni, lasciando moglie e figli, non possiamo non siamo qui per questo.

Però spero sia almeno stato soddisfatto dei suoi lavori, il suo ultimo album con i Linkin Park, che era uscito qualche mese prima della sua morte , era in cima alle classifiche.

One more light è questo il nome dell’ album , uscito precisamente il 19 maggio . tradotto il titolo sta a significare  un’ altra luce.

Infatti facendo ricerche sul web su quest’ album ho trovato un articolo bellissimo della rivista REM dedicato appunto su quest’ album e la scelta del nome:

leggo un pezzetto dell’ articolo, se volete andare a leggerlo ve lo linko in descrizione:  “sebbene non accolto calorosamente e con lo stesso entusiasmo dei precedenti lavori, one more light  rappresenta sicuramente il capitolo più emozionante e intimo della carriera dei Linkin Park. Chester ha sempre ammesso il grande distacco da Hybrid Theory ed ha ribadito la necessità personale e musicale di andare avanti e abbracciare il futuro. Ora mi guardo intorno e vedo dove voglio andare e cerco il mondo più produttivo per arrivarci, queste sono state le parole rilasciate dal vocalist e anima della band Chester Bennington.

Siamo arrivati alla conclusione di questo viaggio nella vita, o meglio nei passaggi cruciali di questo grande artista. Un viaggio pieno di sofferenza e pieno di insidie, ma anche tante soddisfazioni, dove si sa molte volte cosa si nasconde dietro un volto di una persona apparentemente felice.

Voglio lasciarvi con una citazione di Charles Swindoll

La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci.

Vi abbraccio e vi auguro una buona vita e buona musica a tutti voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.