Hurricane- Bob Dylan La storia dietro la canzone

Oggi siamo qui per parlare di un brano famosissimo di un cantautore statunitense ,  Bob Dylan. Il pezzo in questione è “Hurricane” e tratta di una storia vera riguardante un pugile. Il mondo del cantautorato e del pugilato si incontrano per una vicenda triste e che fa pensare che molte volte la giustizia non funziona.

Eccoci qui, scopriremo insieme questa storia che ha dell’ incredibile, fatti davvero agghiaccianti. Abbiamo accennato che il brano racconta una storia, una storia vera riguardante un pugile, ma di chi stiamo parlando?

La canzone Hurricane è stata scritta a quattro mani con Jacques Levy ed inserita nell’ album Desire. Dura per lo più 8 minuti ed è suddivisa in due parti sul 45 giri, nella parte A è presente Hurricane (part 1) e nella parte B Hurricane (part 2).

La prima versione della canzone è stata registrata il 30 luglio del 1975, ma il testo presentava nomi e cognomi che avrebbero potuto dare problemi per quanto riguarda la privacy delle persone citate. Gli avvocati della Columbia Records convinsero Dylan a registrare una seconda versione con il testo modificato in modo da non citare direttamente i nomi delle persone coinvolte.

Colpi di pistola risuonano nel bar notturno
entra Patty Valentine dal ballatoio
vede il barista in una pozza di sangue
grida “Mio Dio! Li hanno uccisi tutti!”
Ecco la storia di “Hurricane”
l’uomo che le autorità incolparono
per qualcosa che non aveva mai fatto
lo misero in prigione ma un tempo egli sarebbe potuto diventare
il campione del mondo

Le parole della canzone, vengono scritte come se si trattasse della sceneggiatura di un film. Infatti Hollywood si occupa della vicenda di Carter e creano un film intitolato “ the Hurricane” , dove Carter è interpretato da Denzel Washington che riceve una nomination agli oscar.